• Menu

Gli attrezzi che porto con me in un viaggio in moto

Quando si è trattato di organizzare il viaggio in Albania e Grecia, la cassetta degli attrezzi è stata una delle prime cose alle quali ho pensato. Perché non sarò un abile meccanica, e i grossi problemi non li saprò risolvere in autonomia, ma ho capito che quando si intraprende un’avventura in solitaria è bene cercare di arginare ogni problema al massimo delle proprie capacità. Scegliendo in maniera oculata gli attrezzi che porto con me in un viaggio in moto.

attrezzi che porto con me in un viaggio in moto

Anche per quanto riguarda il porta-attrezzi, come per il resto del bagaglio, ho scelto di affidarmi a Enduristan. Il brand svizzero, infatti, realizza un favoloso Tool Pack, ideale per portare con sé tutta la strumentazione della quale potremmo avere bisogno durante le nostre avventure su due ruote.

Tool Pack Enduristan, il (perfetto) compagno di viaggio…

Era l’edizione 2016 di EICMA quando, insieme alla mia amica Anna, siamo capitate allo stand Enduristan. Lei, che insieme al marito viaggia da anni in sella a una LML Star 150, era alla ricerca di un regalo di Natale per lui. E, con il Tool Pack Enduristan, ha proprio trovato quello azzeccato. Non potevo immaginare, allora, che meno di tre anni dopo anche io ne avrei avuto uno fra le mani, e che mi sarei affidata a lui per contenere gli attrezzi che porto con me in un viaggio in moto.

Da chiuso il Tool Pack misura 20×13,5cm, e io avevo scelto di lasciarlo sul fondo della borsa laterale destra, quella che era destinata ad accogliere cucina, dispensa, bastoncini telescopici da trekking, scarponcini e tutto quello che, insomma, non era puramente materiale da campeggio (che era  invece, contenuto nella borsa di sinistra). Una scelta ben ragionata, perché una borsa porta attrezzi è piuttosto pesante, ed è bene che il peso venga scaricato verso il basso.

… che speri di usare il meno possibile

L’alloggiamento si è rivelato perfetto, e non ho avuto problemi nemmeno nelle pochissime volte in cui ho avuto bisogno di raggiungerlo. Mi è bastato rimuovere qualcosa da sopra per prendere il mio Tool Pack Enduristan, fare il lavoro che dovevo fare e poi rimettere via il tutto. Lontano dalla vista, ma vicino in caso si bisogno.

La particolarità del Tool Pack Enduristan? Il lato magnetico, utilissimo per non perdere viti e minuterie durante i lavori, anche on the road.

Curiosi, quindi, di scoprire gli attrezzi che porto con me in un viaggio in moto?

  • 2 chiavi combinate del 14 (poligonale da un lato, a forchetta dall’altro)
  • 1 chiave combinata del 10 (poligonale da un lato, a forchetta dall’altro)
  • 1 chiave a forchetta, da un lato del 10, dall’altro dell’11
  • 1 brugola lunga da 6mm (per i paramani)
  • 1 brugola da 5mm (per i fianchetti e la regolazione del faro)
  • 1 brugola da 4mm (per i fianchetti)
  • 1 cacciavite con manico rimovibile (a stella da un lato, piatto dall’altro)
  • fascette da elettricista sottili
  • fascette da elettricista grosse
  • 1 rotolino di nastro isolante
  • 1 paio di forbici
  • 1 pennello da pittore (da 40mm di larghezza, per pulire la catena)

Chiaramente si tratta di una lista piuttosto basilare di attrezzi che porto con me in un viaggio in moto, perché sono strumenti veramente minimali, utili per piccoli lavori o per la manutenzione che io, in autonomia, riesco a fare. Gli attrezzi dipendono moltissimo dal vostro mezzo, e devo dire che per la CRF250L questo kit sintetico va benissimo, specialmente per un neofita della meccanica.

attrezzi che porto con me in un viaggio in moto
Il Tool Pack da aperto misura 45x78cm.
In futuro verrà arricchita

Il mio desiderio, in vista dei viaggi futuri, è di maturare competenze molto più specifiche e complete rispetto alla meccanica delle due ruote, in modo da essere realmente già autonoma in caso di problemi.

Vada sé che, una volta migliorata dal punto di vista tecnico, avrà senso portare con me anche altro. Che si tratti di leve per cambiare le gomme (avendo, la CRF250L, cerchi a raggi e camere d’aria) o attrezzi indispensabili per lavori più importanti che mi potrei trovare a dover fronteggiare in un viaggio, in solitaria, verso est.

I ricambi

Per quanto riguarda i ricambi mi ero procurata un ricambio di entrambe le leve della CRF250L (una trovata alla Motoalesatura di Brescia e una presa da Schivardi, concessionario Honda della mia città, perché introvabile altrove) e una camera d’aria (per la gomma da 21, che in caso mi fosse servita sulla posteriore avrei adattato in qualche modo). Non sono ancora dotata di leve per fare questo ultimo lavoro in autonomia, ma l’obiettivo è procurarmele e imparare a gestire la sostituzione, prima del prossimo viaggio.

Leve e camera d’aria (insieme ad una bottiglietta piccola di grasso spray per la catena) erano contenute all’interno della cassetta porta attrezzi costruita da Archimede Bikes, di cui vi avevo parlato qui.

Che ne pensate degli attrezzi che porto con me in un viaggio in moto? Cosa non dovrei assolutamente lasciare a casa, secondo voi?

Raccontatemi, nei commenti, le vostre esperienze di viaggio e di lavori a bordo strada: sono davvero curiosa di imparare da chi ne sa decisamente più di me!

 

Articolo realizzato in collaborazione con Enduristan



 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *